Joke L. C. van Beetem (1966) realizza sculture in pietra naturale. Il suo design è astratto, geometrico e materico.Joke ha imparato da scultori e scalpellini nei Paesi Bassi e all’estero e ha perfezionato le sue abilità attraverso uno sviluppo autonomo.

L’interesse di Joke per l’architettura, il design industriale, la geometria e varie forme di arte astratta si riflette nei suoi lavori. Per esempio le composizioni dei suoi rilievi sono realizzate in un rigoroso linguaggio formale fatto di giochi di linee, di piani, di contrasti e ritmo. Qui il lavoro prevede l’esecuzione in pietra di un progetto abbozzato precedentemente su carta o in un modello in scala. È qui che viene espressa tutta l’abilità degli scalpellini.

 

La pietra è un prodotto meraviglioso della natura. È sincero, in modo diretto. Richiede tecnica e considerazione delle sue proprietà di durezza e fragilità allo stesso tempo, poiché solo allora consente di essere plasmata nell’immagine che lo scultore aveva già disegnato nella sua mente. Per uno scultore essere in grado di lavorare con questo materiale unico è una sfida permanente.

 

Nel 2010, Joke ha esposto nel giardino di sculture di Dorestad a Wijk bij Duurstede, ha partecipato all’asta di arte Hospice Nieuwegein nel 2011 ed esposto nel 2014 nel giardino di sculture di Uitweg a Lopikerkapel, giardino sculture Uitweg in Lopikerkapel, 2015 giardino sculpture Zwakanaga a Exloo, 2019 PINK STER TEN TOON STEL LING Galeria De Gehoorzaal Den Dolder. Nel 2020 giardino sculture Beelden in Gees Drenthe, P’Arts Zomer Kunst exhibition a Den Dolder, Carré Herfstdag a Den Dolder, a KunstKado P’Arts Den Dolder.

Dal 15 anni Joke ha partecipato a vari eventi artistici ogni anno; Landelijk Atelierweekend, Kunstroute Zeist/Den Dolder, Nationale Kunstdagen, open atelier/Galerie weekenden a  proprio studio.

  Joke è membro della “Letter Tijd“, la gilda degli scalpellini di Utrecht.